Cosmesi Cruelty-Free: una scelta importante

Cosmesi Cruelty-Free: una scelta importante
Quali animali vengono testati?

Cani, gatti, uccelli, topi, ratti, scimmie, cavalli e pecore sono alcuni degli animali più comunemente testati. Nel 2016, gran parte dei test si basava sulla probabilità di una sostanza di provocare una reazione, come irritazione agli occhi, irritazione della pelle e test di tossicità letale: un'esistenza straziante per gli animali che devono sopportarlo per noi, non credete? L’impiego di ingredienti completamente cruelty free è una priorità assoluta per Odylique. Vogliamo proteggere la vita degli animali e non crediamo che debbano essere sfruttati, soprattutto in nome della bellezza. In quanto amanti degli animali, siamo certi che se più persone sapessero cosa sta succedendo alle creature che amiamo (molte come gli animali domestici nelle nostre case) le aziende che sostengono queste pratiche non sarebbero più in attività.

Qual è l'alternativa Cruelty Free?

L'interruzione dei test sugli animali non significa che la sperimentazione debba cessare del tutto. La pratica dei test sugli animali viene effettuata più per consuetudine che per una buona ragione. I metodi di test alternativi sono spesso più efficaci perché gli animali non reagiscono sempre allo stesso modo di un essere umano. I progressi della tecnologia ora consentono agli scienziati di testare materiali che imitano i tessuti umani fornendo risultati più accurati di quanto non farebbe mai la reazione di un animale!

Cosmetici Cruelty Free in Europa

Per fortuna, la recente legislazione europea ha concluso l'era della sperimentazione animale legale sui cosmetici. È illegale testare sugli animali i prodotti cosmetici finiti o i loro ingredienti. Tuttavia, sussiste ancora una questione: sebbene i test su animali vivi siano vietati nell'UE, le creature viventi possono ancora essere uccise o mutilate per essere utilizzate come ingredienti cosmetici. Il che solleva la domanda: è davvero cruelty free? La glicerina animale nel sapone ne è un esempio. Nei prodotti per il trucco, il carminio o la cocciniglia (coleotteri schiacciati) sono ampiamente usati come coloranti rossi, anche nei cosmetici naturali. Allo stesso modo la serica o seta (bozzoli di bachi da seta macinati) è un riempitivo comune nei prodotti cosmetici (spesso usata in mascara e ombretti). Ci sono molti ingredienti cosmetici cruelty free che sono altrettanto performanti di quelli derivati dagli animali. Per essere assolutamente sicuro che la tua cura della pelle e il tuo trucco siano cruelty free, scegli i prodotti per la salute e la bellezza certificati dalla Soil Association poiché i loro standard biologici vietano la crudeltà nei cosmetici a qualsiasi livello.

Vendere cosmetici in Cina

Sfortunatamente, "cruelty free" è diventato per molte aziende una tendenza. Ciò lascia più lavoro da sbrigare ai consumatori più attenti per indagare se i marchi da cui stanno acquistando sono etici come loro dichiarano. Molti marchi "cruelty free" agiscono così: cruelty free quando si tratta di vendere nella propria nazione, o in Europa. Tuttavia, se queste stesse aziende vendono i loro prodotti in Cina, ad un certo punto dovranno necessariamente testare sugli animali. Come mai? La Cina si distingue come l'unico grande paese al mondo che insiste affinché i prodotti cosmetici vengano testati sugli animali. I principali marchi di prodotti per la cura della pelle che sono venduti in Cina possono aggirare questo problema perché "devono" testare sugli animali per soddisfare le autorità cinesi.

Come testiamo i nostri prodotti

Testiamo i nostri prodotti solo su un gruppo di volontari umani molto disponibili. Una delle cose migliori dei nostri ingredienti è che li abbiamo selezionati in base alle loro proprietà delicate e nutrienti per la pelle. Sono naturali al 100% e se è disponibile un'opzione biologica, la useremo sempre, ma mai a spese di qualcun altro (compresi i nostri amici pelosi)! Il nostro obiettivo fin dall'inizio è stato quello di produrre la migliore cosmesi per pelli sensibili, il che significa che non c'è molto rischio neanche per i nostri volontari!

Cosa puoi fare tu

Ogni volta che puoi, opta per prodotti che mostrano un logo cruelty free autentico e certificato in modo indipendente (come quello di PETA o Cruelty Free International) e fai alcune indagini sull'azienda prima di acquistare (per verificare se vendono in Cina, ad esempio.) L'acquisto di prodotti biologici può anche portare benefici agli animali, aiutando ad eliminare l'uso di pesticidi sintetici. Non solo i pesticidi sono progettati per uccidere i "parassiti"; hanno un impatto ambientale più ampio. Infatti, oltre il 98% dei pesticidi finisce altrove (come nei corsi d'acqua) dove gli animali selvatici possono subire le conseguenze del loro consumo.

Vuoi provare i nostri prodotti?

Ci procuriamo gli ingredienti più delicati solo da fornitori di fiducia che non praticano metodi di coltivazione non etici o crudeli, motivo per cui siamo in grado di etichettare ogni singolo prodotto come cruelty-free!